About me - Su di me

Italiano a seguire...

Isabella Guerrini 
I was born in 1972 near Assisi, in the center of Italy. 
I spent many years of my life buzzing mostly in Northern Italy and travelling a lot around the planet, developing landscaping and organic agriculture projects, particularly involving natural technologies, sustainability and organic food.
Now I'm travelling less for work, and I try to follow a more calm way for my life, yet sometimes it's still a bit bustling for my actual standards.

Isabella Guerrini
Since a while ago I live in Findhorn, an eco-village in the North of Scotland "inspired by community living" in my personal life and in my work.

By the time, in the last twelve years, I've created several experience programmes and workshops to reconnect ourselves with Nature, in which I invite people to understand the language of Nature, because I believe and I have discovered, in my personal way of wellbeing, that we are Nature. 

Formation and professionality
My degree (B.A.Sc.) is in Agriculture - Landscape design and management - degree thesis "Meaning of the symbolic Garden".

I'm encouraging my clients and people to get in touch with Nature, believing live sustainably lies in simple guiding principles:

  • Nature is our teacher
  • Sustainability is a Community practice
  • the Real World is the optimal learning Environment
  • Sustainable Living is rooted in a deep knowledge of Places
Entrepreneur, landscape designer and advisor in sustainable development, with a specialism in organic agriculture. 
Educator, workshop leader, journalist, writer and author.

Experienced in communication strategies and planning, combining art and sustainability, I have over 18 years experienced: developing presentations; grants sponsorship fundraising; project and events management; international partnerships, non-profit collaboration, entrepreneurship; research mentorship and strategic planning. 

I'm willing to mentor others in working in a cross-cultural context and I am interested in learning more about vision development, problem solving and peacemaking. 


For passion and synchronicities I have often worked in the education field, and I have developed in the education for sustainable living, a systemical approach with groups, staff, children and families and disadvantage people, using my skills in counselling.

I'm following the footprint of Gregory Bateson, english anthropologist and social scientist, author of “An Ecology of Mind”, and Fritjof Capra, one of my masters, bestsellers author and founder of the “Center for Ecoliteracy” of Berkeley, California. 


It is my own belief that only through a greater awareness of our interconnection with Nature we can expect a flourishing and flowering future for humankind. 

_________________________________________


Isabella Guerrini

Isabella Guerrini


Findhorn Original Garden 
Sono nata nel 1972 a Foligno, nei pressi di Assisi, nel centro d'Italia. Ora vivo a Findhorn, in un ecovillaggio comunitario nel nord della Scozia, per essere ispirata da questo posto speciale nel mio lavoro.

Sono una paesaggista di giardini curativi naturali, educatrice, scrittrice e autrice, counselor, workshop trainer. Ho creato programmi di esperienza per gruppi per ri-connettere il nostro sé alla Natura. Invito le persone a conoscere il linguaggio della natura dentro ai propri giardini, attraverso il camminare in silenzio, la meditazione, il racconto di miti, delle leggende sugli alberi che i popoli antichi di natura ci hanno trasmesso. 


Incoraggio i partecipanti ai miei workshop e i miei clienti ad entrare in contatto con le creature della natura e ad imparare il silenzio consapevole, la ricerca di comunicazione, il riallineamento e la guarigione attraverso  le piante e il giardino. 

E' mia personale convinzione che solo attraverso una maggiore consapevolezza della nostra interconnessione con la Natura ci si può aspettare un futuro rigoglioso e una fioritura dell'umanità.

Formazione e Professionalità
La mia laurea in agraria(B.A.Sc.), nella progettazione e gestione del paesaggio, con una Tesi di Laurea sul significato del Giardino Simbolico, unita alla mia curiosità in altre aree di interesse, mi hanno reso molto versatile professionalmente. 

La mia attività professionale si sviluppa in contesti culturali che si intersecano, da quello della progettazione dei giardini e gestione del paesaggio, alle attività di educazione ambientale, a quelle imprenditoriali. 



Negli ultimi 17 anni mi sono formata nella consulenza d'impresa, ho sviluppato capacità ed esperienze in strategie di comunicazione e formazione del personale diventando una counselor con un approccio sistemico.

Ho acquisito esperienza nello sviluppo e nella presentazione di presentazioni, progetti e gestione degli eventi, partenariati internazionali, attraverso la collaborazione fra l'imprenditorialità e l'artigianato, la ricerca della bellezza e della sostenibilità nell'alimentazione; attraverso la pianificazione, il tutoraggio e l'aspetto strategico che unisce arte e sostenibilità. 


Per passione e coincidenze mi sono trovata sempre coinvolta nell'educazione e nel lavoro con i bambini e famiglie e persone svantaggiate. Sono disponibile ad insegnare ad altri come lavorare in un contesto interculturale. Sono interessata a conoscere meglio il processo di sviluppo della visione e sul riconoscimento, soluzione dei problemi e ripristino della pace.

Esperienze professionali 
Dal 1997 al 2000, ho lavorato nel cooperativismo sociale, (Network sociale ABN) come responsabile del Settore del Verde. Progettare spazi verdi, partecipare a bandi e appalti e guidare un gruppo di persone in cantiere, di cui alcune con degli svantaggi sociali o psico-fisici, è stata certamente molto formativa e sfidante come prima esperienza di lavoro.
Contemporaneamente mi sono occupata della produzione del Premio Michelangelo Antonioni per le Arti, finanziato come evento speciale dal Ministero dei Beni Culturali a Trevi in collaborazione con la Kybalion, associazione fondata dall'architetto Alberto Zanmatti, dalla giornalista Marisella Mazzarioli e dalla coreografa Gisella Johnson Speranza. Il premio nasce nel 1998 e resta attivo per cinque anni, con il consenso di Enrica e Michelangelo Antonioni. 
Michelangelo Antonioni
L'idea era di Michelangelo, ed era di istituire un Premio per le Arti che rendesse omaggio agli artisti che hanno influenzato i percorsi dell'arte e promosso lo sviluppo di artisti emergenti (fra i premiati Mstislav Rostropovitch, Gal'ina Vlsnevskaja, Kazuo Ohno,Caetano Veloso, Renzo Piano). Il premio si svolgeva a Trevi e contemporaneamente in una città del mondo incentivando lo scambio artistico e culturale tra città e paesi diversi. Il Premio consiste nell'opera scultorea 'Cubo senza Cubo' di Sol Lewitt, grande esponente del Minimalismo. Nel comitato d'onore Pedro Almodovar, Furio Colombo, Lucio Dalla, Tonino Guerra, Sol Lewitt, Rosetta Loy.


Daino  
Il Castello del Sole
Bosco Cammoro. 

Dal 2001 al 2007 ho condotto l'azienda di famiglia in Umbria (Il Castello del Sole - Blog), dando quindi vita anche ad Associazioni d'impresa e Consorzi di promozione agroturistica in Valnerina e nel comprensorio della Valle Umbra e partecipando alla ricerca di fondi pubblici e privati per numerosi progetti di sviluppo locale che hanno potuto essere così realizzati.

Marco Columbro


Proseguendo l'attività di progettazione e consulenza anche in progetti internazionali dedicati allo sviluppo di sostenibilità in ambito ambientale e alimentare.


Organizzando eventi culturali di carattere nazionale, in particolare dedicati alla cultura, alla promozione della sostenibilità ambientale e biologica, tra i quali Il festival Sapor Bio di Stefania Santini e Marco Columbro.




Svolgo tuttora collaborazioni redazionali in riviste e testate editoriali, pubblicando articoli e recensioni. A Bologna con Il Giornale del Cibo di CIR FOOD (Redazione a cura dei "Turisti per caso" Syusy Blady e Patrizio Roversi) testata on line che si occupa della sostenibilità e di alimentazione sana che passa attraverso la cultura agricola ecosostenibile e le piante della salute olistica, per la quale ho curato per un anno la rubrica "Orto e Mangiato". Mi sono occupata degli eventi, dei progetti sociali e del design di un Hortus Alchemico educativo presso l'Orto dei Giusti di Syusy Blady a Bologna, con il portale di cultura arcaica e nomade on line Nomadizziamoci

Scrivo mensilmente per il magazine internazionale di cultura olistica Spirito Libero di Pietro Giarola, che ha a cuore gli aspetti legati alla protezione dell'ambiente, alla conoscenza della natura e dei nuovi stili di vita sostenibili.



“Tre cose ci sono rimaste del paradiso: 
le stelle, i fiori e i bambini”
Nella realtà di Terrarossa Terraverde, associazione di Bologna di cui sono stata fondatrice, ho coordinato per due anni e mezzo, fino al settembre 2011, tutte le attività che si sono svolte in questo spazio articolato e meraviglioso ed ho armonizzato le mie competenze, portandole dentro un progetto di vita e di aspirazione ad una società sostenibile, fondando al suo interno anche la scuola di counseling in ecosistemica Semi e Radici per genitori ed adulti.